Fu-Inlè è un progetto che si accende con il buio. Una viaggio musicale in cui immergersi e da cui lasciarsi cullare. Un programma in cui le parole sono poche e rimane a parlare la musica.
“Stavamo incontrando persone connesse ad un mondo musicale comune. La musica folk stava venendo decostruita – o ricostruita- da persone come Stephen Cracknell, che stava facendo musica con la Memory Band, e persone come Adem, che stava mescolando il folk con una sensblità da cantautore indie.” Questo racconta Sam Genders membro dell’allora duo Tunng. In Inghilterra, intorno al 2005, stava nascendo inaspettatamente una nuova scena musicale, che univa due mondi sonori agli antipodi. Musicisti folli e senza alcuna barriera avevano iniziato a mixare i suoni solenni e ancestrali del folk alle sperimentazioni futuristiche e aliene dell’elettronica, creando mondi sonori fino ad allora sconosciuti.Ma questo genere, la folktronica, era già nata alcuni anni prima, con band come gli It’s Jo and Danny, i Mum, i Books e artisti come Four Tet.

In questa puntata esploriamo questo genere poco conosciuto, ma molto affascinante.

Che fai, sali a bordo?